Tu sei qui

Il Portale italiano per l’inclusione scolastica è una risorsa dedicata ad alunni e studenti con Bisogni Educativi Speciali, a disposizione di docenti, dirigenti scolastici e famiglie, che qui possono trovare riferimenti normativi e materiale scientifico, strumenti didattici e per la formazione, oltre che uno spazio di condivisione e confronto sulle delle esperienze maturate.
Il progetto - che vede il coinvolgimento attivo di istituzioni scolastiche e universitarie, società scientifiche e associazioni - è coordinato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, con la collaborazione dell’Istituto nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca educativa.

DidApp è il sito dedicato alla collana di proposte didattiche indirizzate a bambini in età prescolare o a quelli che incontrano difficoltà nell’apprendimento della lettoscrittura durante il primo ciclo della scuola primaria.

DidApp propone App didattiche con l’intento di prevenire i Disturbi Specifici dell’Apprendimento: ogni App è mirata ad esercitare e favorire processi che sono implicati nell’apprendimento della lettoscrittura e della matematica.

DidApp è nata in un momento in cui il mondo degli applicativi per IPad, IPhone e Android ancora non aveva risposto alla forte richiesta di giochi mirati a favorire l’apprendimento del primo ciclo della scuola primaria per la lingua italiana. DidApp lo ha fatto seguendo rigidamente le indicazioni fornite dalla legge 170/10 (Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico) ed ai successivi Decreti Attuativi con le relative lineee guida.

Ne è nata una proposta ricca e complessa, che con rigore scientifico propone al bambino esercizi didattici nella modalità più semplice che si possa immaginare: combinando la vista, l’udito ed il tatto, senza altre mediazioni imposte. L’utilizzo dei nuovi media, infatti, consente attraverso il touch screen di liberare molteplici risorse, senza richiedere anche un ulteriore sforzo di coordinazione visuomotoria (come invece accade utilizzando monitor e mouse di un normale computer).

Proponendo l’interazione con l’esercizio attraverso il metodo immediato del touch screen, si consente al bambino di convogliare tutte le sue risorse nella soluzione del compito proposto.

La combinazione vincente di mezzo e contenuto fanno sì che il bambino possa prepararsi nel modo migliore, e cioè giocando, agli apprendimenti scolastici. Arriverà già forte di esperienza e di consapevolezza: questo lo renderà più resistente alle difficoltà nella lettura, nella scrittura e nella manipolazione dei numeri. O, nel caso queste si presentino, le proposte di DidApp aiuteranno gli insegnanti ad aiutare.

Il Centro Studi Forepsy si occupa di ricerca e formazione sui temi della didattica e della Psicologia. Esso promuove metodologie didattiche inclusive che favoriscono le competenze individuali e offrono strumenti concreti per gestire chi soffre di disturbi dell'attenzione e da sindrome da deficit dell'apprendimento. Sul sito è presente una sezione di risorse gratuite per gli insegnanti con tre guide gratuite sui disturbi specifici dell'apprendimento, sull'ADHD e sulla valutazione degli alunni con bisogni educativi speciali.

 

Radio Magica è un'associazione che si propone di diffondere la cultura e il piacere per l’ascolto attivo fra tutti i bambini, ragazzi e famiglie, sensibilizzando gli adulti sulla importanza dell’oralità, della musica, della lettura e di ogni pratica di buon ascolto per i bambini sino dalla tenera età. La radio trasmette programmi radiofonici educativi e coinvolgenti per bambini e ragazzi, che stimolano la curiosità e il piacere per la scoperta e l’ascolto senza ricorrere a effetti speciali o inseguire logiche commerciali. Le trasmissioni utilizzano lingue e supporti adatti alla fruizione di soggetti con bisogni speciali: video-narrazioni in LIS (Lingua dei Segni Italiana) per bimbi sordi, e in simboli per bimbi con problemi di comunicazione; possibilità di scaricare testi letti in radio stampati con il carattere ad alta leggibilità, utile per i dislessici e ipovendenti. L’evidenza empirica mostra che questi strumenti sono di supporto ai bisogni speciali e aiutano tutti i bambini in età prescolare ad avvicinarsi precocemente alla letto-scrittura, diffondendo una cultura dell’inclusione.

Inoltre, la radio prevede la trasmissione di programmi per adulti (genitori, educatori, insegnanti) per disseminare le buone pratiche a sostegno della genitorialità e offrire formazione “facendo rete” tra associazioni, specialisti e ricercatori.

Si può anche partecipare alla ricerca scientifica con collaborazioni, borse di studio, contributi per sostenere l’apprendimento di tutti i bambini arricchendo metodi e strumenti tradizionali con le nuove opportunità offerte dal digitale, con un approccio inclusivo verso i bisogni speciali.

Il sito del GRIIS (Gruppo di Ricerca Integrazione e Inclusione Scolastica) ha l'obiettivo di condividere il lavoro effettuati dal gruppo di ricerca, diffondere ciò che di nuovo esiste sul tema dell’integrazione e dell’inclusione scolastica, per avere sempre nuove possibilità di collaborazione e crescita. Sul sito sono presenti diverse informazioni di carattere generale, proposte di progetti e materiali per la formazione. 

Sostegno BES è uno spazio web è rivolto ad alunni con BES, Docenti, Genitori, Educatori ed Equipe Multidisciplinari. Oltre a fornire delle informazioni di base sui Bisogni Educativi Speciali, sulle varie tipologie di disabilità e di disturbi specifici di apprendimento (dislessia, disgrafia e discalculia), vengono forniti dei modelli di documentazione ordinariamente utilizzati nella prassi speciale. Non mancano delle linee guida d’intervento, dei riferimenti per le prove INVALSI, nonché del materiale facilitato per la didattica. Trovano inoltre spazio le nuove tecnologie, quali utili strumenti di compensazione per situazioni ‘speciali’. Vi è infatti una sezione con giochi didattici digitali gratis per bambini, che rispondono all’esigenza di una didattica assistita, dove vengono suggeriti divertenti attività in linea con gli apprendimenti di base e un’altra sezione dove vengono proposti dei software per alunni e docenti, utili per organizzare al meglio la propria attività didattica.

ASSOLO è un'associazione rivolta a ragazzi con BES le cui attività sono le seguenti:

  • promuove attività quali DOPOSCUOLA per bambini e ragazzi, corsi di informatica specifici per DSA, corsi di lingua straniera a vari livelli, incontri di sostegno e consulenza per le famiglie;
  • favorisce attività socio-culturali quali opportunità di riflessione e confronto e favorisce momenti di aggregazione e socializzazione sia fra genitori, sia fra ragazzi con DSA;
  • offre attività di cooperazione e sostegno alle famiglie nel relazionarsi con le problematiche inerenti i DSA;
  • promuove iniziative rispondenti alle esigenza dell’utenza (raccogliendo suggerimenti provenienti sia dalle famiglie che dagli specialisti)
  • organizza corsi di formazione per insegnanti.

Diversi sono i suggerimenti che si possono trovare sul sito dell'associazone.

Areato è il sito internet dell'Associazione Area Onlus di Torino attraverso il quale si può scaricare una ricca raccolta di software utili a bambini con bisogni educativi speciali. Sul sito vi sono: programmi per allenare la percezione e la scrittura delle doppie, programmi per verificare la comprensione di immagini fotografiche, pittografiche o simboliche, software di supporto per la comunicazione aumentativa-alternativa. Dal sito Area è inoltre possibile accedere alla nuova piattaforma web DSA Board dedicata proprio ai bambini con disturbi specifici dell'apprendimento.

Il blog ADHD Bambini iperattivi è uno spazio virtuale di risorse utili per comprendere come relazionarsi con i bambini iperattivi e con fragilità d’attenzione. Nel blog sono presenti articoli, video e suggerimenti che possono guidare su come affrontare al meglio le piccoli sfide quotidiane con i bambini iperattivi. Il blog costituisce anche un supporto ai genitori e agli insegnanti che ogni giorno si relazionano con i bambini ADHD, perchè spesso si sentono scoraggiati e stanchi se non hanno le giuste conoscenze per affrontare la situazione.

Smyface è una risorsa on line dedicata ai bambini che hanno delle difficoltà di espressione delle proprie emozioni. Collegandosi al sito si può personalizzare una faccina che esprime le emozioni e che, di conseguenza, agevola il bambino nel processo di comunicazione delle stesse. Le faccine create possono essere stampate oppure condivise nei principali social network (Twitter, Facebook).

Pagine

rss facebook twitter google+

Categorie news