Tu sei qui

Chiarimenti sull’utilizzo della piattaforma S.O.F.I.A. per la formazione del personale docente

MIUR - Nei giorni scorsi, con la nota DGPER prot. n. 22272 del 19/05/2017 si è dato avvio alla piattaforma S.O.F.I.A. (sofia.istruzione.it) che consente agli insegnanti di accedere progressivamente ad una pluralità di offerte di formazione in servizio. L’apertura di questo nuovo servizio, che ha l’obiettivo prioritario di favorire e qualificare l’incontro tra domanda e offerta di formazione, ha suscitato notevole interesse e aspettative positive, ma anche richieste di approfondimento e di chiarimenti. 

Il piano triennale di formazione docenti 2016-2019, allegato al DM 797/2016, i cui punti fondamentali sono riepilogati, nella nota DGPER prot. n.9684 del 6 marzo 2017, si avvale della piattaforma digitale per garantire una maggiore diffusione e un rapido accesso alle varie attività formative proposte. Ogni docente potrà accedere liberamente alle informazioni disponibili in piattaforma con una semplice registrazione al sistema.

In questa sede si chiariscono alcuni quesiti pervenuti a questa Direzione generale in merito alla configurazione e durata delle attività di formazione, alle modalità di attestazione dei percorsi formativi nonché alla documentazione delle iniziative formative del docente.

Per quanto riguarda il primo punto si ricorda che le azioni formative per gli insegnanti di ogni istituto sono inserite nel Piano formativo d’istituto che è parte integrante del Piano Triennale dell’Offerta formativa, in coerenza con le scelte del Collegio Docenti che lo elabora sulla base degli indirizzi del dirigente scolastico. L’obbligatorietà, come già chiarito nella sopra citata nota n.9684 della DGPER, non si traduce automaticamente in un numero di ore da svolgere ogni anno, ma nel rispetto del contenuto del piano. Quindi le istituzioni scolastiche possono, in coerenza con le scelte del Collegio dei docenti, modulare e quantificare l’impegno in relazione alla tipologia delle attività previste. Pertanto, fermo restando quanto previsto dalla direttiva n.170/2016 per garantire una progettazione delle iniziative formative di maggiore qualità, nella piattaforma S.O.F.I.A., potranno essere inserite attività formative anche di durata diversa purché in linea con quanto previsto dal piano di formazione docenti 2016/2019.

Resta inteso che l’attestazione delle attività svolte darà conto della durata e delle caratteristiche del percorso formativo ( lezioni, laboratori, on-line, ricerca-azione, etc.). A tal fine sarà presto disponibile in piattaforma un format standardizzato di attestazione.

Per quanto concerne le modalità di attestazione dei percorsi formativi, tenuto conto che il piano di formazione docenti 2016-2019 è stato adottato in corso d’anno scolastico e che la piattaforma S.O.F.I.A. entra ora in una fase di prima operatività, sarà a breve attivata una funzionalità aggiuntiva, ad uso dei docenti, che consentirà di inserire e documentare anche attività formative svolte nel corso dell’anno scolastico 2016-2017, se progettate nel rispetto delle norme vigenti (CCNL, legge n.107/2015 e Piano di formazione d’istituto). Inoltre i docenti potranno inserire iniziative formative organizzate dalle diverse articolazioni dell’Amministrazione scolastica (MIUR, USR, UAT), da enti i cui corsi sono riconosciuti a livello regionale, nonché da soggetti di per sé accreditati ai sensi dell’art.1 comma 5 Direttiva n.170/2016, ma non ancora registrati nella piattaforma.

Infine, in tema di documentazione delle iniziative formative, si fa presente che la funzione che si intende sperimentare con la piattaforma S.O.F.I.A. è la possibilità per i docenti di accedere ad uno strumento semplice per raccogliere tutte le proprie esperienze di formazione/aggiornamento, al fine di disporre di un archivio personale dei propri impegni formativi. Come sopra indicato, la documentazione si riferisce unicamente all’attestazione della partecipazione ai percorsi di formazione.

L’attestazione è correlata all’espressione di un giudizio di autovalutazione (questionario di gradimento a cura del docente) come primo momento di verifica delle iniziative, a garanzia del corsista ed in vista di un miglioramento delle pratiche formative. I dati raccolti dai questionari, come peraltro si legge nell’informativa presente in piattaforma, sono anonimi e saranno utilizzati per analisi ai soli fini statistici e di ricerca, nel pieno rispetto della riservatezza e della privacy, ai sensi del D. Lgs.196/2003 e successive modifiche. Il docente ha inoltre la possibilità di arricchire tale documentazione con altri materiali e risorse didattiche prodotte, atti dei corsi, nonché materiale elaborato dei partecipanti, per favorire una migliore descrizione delle attività svolte, utile in primo luogo agli stessi docenti.

Si precisa che la piattaforma S.O.F.I.A. non coincide e non dà luogo alla produzione di un portfolio professionale del docente, per il quale saranno necessarie successive messe a punto culturali, professionali e tecniche, ma registra unicamente il quadro delle iniziative formative cui un docente intende partecipare (o ha partecipato). La sua utilizzazione è pertanto di tipo personale, nel rispetto del D.lgs.196/2003, ed è finalizzata ad agevolare il docente nella predisposizione di un proprio curricolo professionale, per raccogliere le attività svolte e per impostare, su queste basi, una successiva formazione. 

Categorie: 
rss facebook twitter google+

Categorie news