Tu sei qui

Il curricolo verticale di Italiano e Matematica. Un percorso di costruzione in rete dalla scuola dell’infanzia al biennio della scuola secondaria di secondo grado

Marina Mupo - L’istituto Comprensivo “Nicola Nisco Senior”, quale scuola capofila, ha stipulato nel maggio 2010 un Accordo di rete con le scuole di ogni ordine e grado del territorio di S. Giorgio del Sannio e con l’Istituto Comprensivo di Calvi avente ad oggetto la realizzazione di iniziative di formazione e aggiornamento per il personale docente utilizzando le importanti risorse economiche e culturali che il PON “Competenze per lo sviluppo” 2007-2013 offre a tutte le istituzioni scolastiche delle Regioni dell’Obiettivo Convergenza - di cui la Campania fa parte - per ampliare qualitativamente e quantitativamente l’offerta formativa al fine di recuperare il ritardo in termini di competenze che dette regioni fanno registrare nel confronto con la media dei paesi europei. L’Accordo, di durata triennale, ha lo scopo di promuovere iniziative destinate a “contaminare” favorevolmente “l’agire didattico” dei docenti dei vari ordini e gradi di scuola, portandoli a maturare la consapevolezza della necessità di condividere finalità, obiettivi e strumenti di progettazione e di valutazione per migliorare le professionalità, promuovere l’occupabilità e garantire la qualità di vita delle generazioni future.

Esempi di unità formative. Quarta presentazione del lavoro Progettare il curriculo unitario, verticale, generativo.

Enza Scieri - Il tema della presentazione “Progettare il curriculo unitario, verticale, generativo” intende richiamare le azioni progettuali essenziali alla sua caratterizzazione per ricostruire alcuni processi inerenti alle aree fondamentali del suo sviluppo in un’ottica verticale che si snoda dalla Scuola dell’infanzia alla Scuola secondaria di 1° grado.

Un approccio che pone domande e questioni metodologiche aperte.

Nuove mappe pedagogiche per il curricolo. Quarta presentazione del lavoro Progettare il curriculo unitario, verticale, generativo.

Enza Scieri - Il tema della presentazione “Progettare il curriculo unitario, verticale, generativo” intende richiamare le azioni progettuali essenziali alla sua caratterizzazione per ricostruire alcuni processi inerenti alle aree fondamentali del suo sviluppo in un’ottica verticale che si snoda dalla Scuola dell’infanzia alla Scuola secondaria di 1° grado.

Un approccio che pone domande e questioni metodologiche aperte.

Il curricolo siamo noi. Seconda presentazione del lavoro Progettare il curriculo unitario, verticale, generativo

Enza Scieri - Il tema della presentazione “Progettare il curriculo unitario, verticale, generativo” intende richiamare le azioni progettuali essenziali alla sua caratterizzazione per ricostruire alcuni processi inerenti alle aree fondamentali del suo sviluppo in un’ottica verticale che si snoda dalla Scuola dell’infanzia alla Scuola secondaria di 1° grado.

Un approccio che pone domande e questioni metodologiche aperte.

Un curricolo sensibilizzato ecologicamente

Enza Scieri - Il tema della presentazione “Progettare il curriculo unitario, verticale, generativo” intende richiamare le azioni progettuali essenziali alla sua caratterizzazione per ricostruire alcuni processi inerenti alle aree fondamentali del suo sviluppo in un’ottica verticale che si snoda dalla Scuola dell’infanzia alla Scuola secondaria di 1° grado.

Un approccio che pone domande e questioni metodologiche aperte.

Presentazione del profilo professionale dell'esperto della sezione "Curricolo Verticale"

red - “ Quando un impianto elettrico si sovraccarica, il primo componente a saltare è il fusibile. Si tratta di un elemento che non può reggere lo stesso voltaggio del resto del circuito, (… ) e che protegge i vari componenti impedendo che si fondano senza più alcuna possibilità di ripararli. Quando il fusibile salta l’intero impianto smette di funzionare. (… ). Allo stesso modo quando un segmento della società si sovraccarica e va in cortocircuito, le altre componenti sociali inevitabilmente ne risentono.

rss facebook twitter google+

Categorie news