Tu sei qui

Nasce Mindbook, un nuovo social network per ragazzi con autismo

red - La cooperativa sociale Tice, in collaborazione con la fondazione “I bambini della fate”, sta per lanciare un progetto volto a favorire l’accessibilità in rete dei bambini con autismo, grazie alla creazione di una piattaforma per il social networking dedicata a loro. Social Innovation Home e Mindbook sarà una sorta di FaceBook per i bambini autistici con l’obiettivo di far crescere le possibilità di socializzazione per gli adolescenti.

Attraverso gli occhi di un bambino. Campagna di un'associazione francese sulla disabilità

red -  "Through the eyes of a child" è il nome della campagna lanciata da Noémi, l’associazione francese che intende migliorare la vita delle persone con disabilità, al fine di promuoverne la dignità. Il video di seguito proposto rappresenta un esperimento in cui l’associazione ha chiesto a un gruppo di genitori e ai rispettivi figli di guardare un video e di imitare, le smorfie dei vari attori che a mano a mano compaiono sullo schermo. 

Elementi predittivi ed interazione sociale per l'inclusione scolastica degli studenti con autismo

Agenzia Dire - Elementi predittivi del futuro, sviluppo intellettivo e sociale del bambino sono l'attaccamento sicuro alle figure genitoriali, il livello di interazione sociale e il Quoziente intellettivo (Qi), unitamente alle capacità di insightfulness materno. Quattro caratteristiche che secondo David Oppenheim, membro senior del "Center for the study of child development" dell’Università di Haifa (Israele), sono "importanti anche per definire la tipologia di inclusione scolastica in cui inserire i soggetti coinvolti nei disturbi dello spettro autistico".

In Israele i bambini autistici hanno tre possibilita di inserimento scolastico: in scuole educative speciali, in scuole normali ma in classi con educazione speciale e in classi normali di scuole regolari.

Con gli occhi tuoi. Una storia d’amore e d’amicizia. Percorso formativo sull'uso della videofavola

red - Il percorso formativo "Con gli occhi tuoi. Una storia d'amore e d'amicizia" è stato sviluppato grazie alla collaborazione del MIUR, dell'Ospedale pediatrico Bambin Gesù e con il patrocinio del Centro per la pastorale della salute del Vicariato di Roma.

Il percorso formativo ha l’obiettivo di promuovere la conoscenza dei temi delle malattie rare e dell’inclusione sociale e si articola in quattro attività: 

n° 1 – Conosciamo le malattie rare - introduzione al tema delle malattie rare; 

Menomazione, disabilità e handicap. Il significato dei tre termini.

red - Il concetto di disabilità ha subito nel tempo una profonda revisione, sia dal punto di vista scientifico che culturale e sociale. Ciò è evidente, se si analizzano le seguenti definizioni date a distanza di 15 anni: è persona handicappata colui che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione (Legge-quadro 104 del 5 febbraio 1992);

Il dossier dell'alunno con disabilità: i documenti che ne fanno parte.

redIl dossier dell'alunno disabile consiste in un insieme di documenti riguardanti l'alunno e il suo percorso scolastico. Al suo interno devono essere contenuti i documenti di seguito presentati.

1. Relazione iniziale del docente di sostegno: viene presentata dal docente specializzato al primo consiglio di classe e presenta l’alunno H. 

Iter legislativo verso l'integrazione degli alunni con disabilità

red - Di seguito vengono proposte le principali tappe dell'iter legislativo che ha condotto all'integrazione degli alunni con disabilità nelle scuole italiane.

T.U. - R.D. del 1928 - Estendeva l’obbligo scolastico ai ciechi e ai sordomuti che non presentassero altre anomalie che impedissero loro di adempirvi.

Inizi anni 70 - Si apre il problema dell’inserimento e poi dell’integrazione dell’alunno disabile nella vita sociale e nella scuola dell’obbligo.

FingerReader un dispositivo realizzato dal MIT per la lettura dei testi

red - Il Massachusetts Institute of Technology (MIT) ha realizzato un nuovo dispositivo per la lettura dei testi: basta fare scorrere il dito sul testo per sentirne immediatamente la lettura ad alta voce. Tale dispositivo permetterà a tutti gli ipovedenti e a tutti i ciechi una agevole lettura dei testi senza la necessità di passare attraberso il Braille. 

Progetto Diverso da chi? Una guida per docenti e operatori per l'uso di un DVD didattico sulla diversità e sulla disabilità

red - Le persone coinvolte nella realizzazione del progetto "Diverso da chi?" hanno preparato un dvd con 15 cortometraggi per bambine e bambini, ragazze e ragazzi, dagli 8 ai 17 anni, film di qualità che parlano di diversità e disabilità e offrono spunti di dibattito e lavoro a scuola.

Pagine

rss facebook twitter google+

Categorie news