Tu sei qui

Canalescuola "Aiutami a fare da solo" la rete altoatesina dei laboratori per alunni con dislessia

red - Aiutami a fare da solo è un laboratorio extrascolastico dedicato a bambini e ragazzi con Disturbi Specifici dell'Apprendimento (DSA). Unica esperienza italiana in cui le scuole hanno costituito una rete di progetto con Canalescuola per supportare i propri alunni con dislessia e DSA. Durante l'anno scolastico gli alunni con dislessia e DSA possono frequentare i laboratori didattico-tecnologici di Canalescuola in orario extrascolastico come attività didattiche riconosciute dalla scuola.

AT di Belluno: Modello di Piano Didattico Personalizzato (PDP) per Studenti con DSA

red - L'Ambito Territoriale di Belluno ha diffuso un modello di Piano Didattico Personalizzato per studenti con Disturbi Specifici di Apprendimento, ai fini della predisposizione dell’intervento personalizzato a favore degli studenti con Disturbi Specifici di Apprendimento (L. 8 ottobre 2010, n. 170 - D.M. 12 luglio 2011e Linee guida).

Il modello è frutto della collaborazione dei tre Centri Territoriali per l’Integrazione della Provincia di Belluno e ha lo scopo di proporre un’offerta formativa condivisa sull’intero territorio provinciale.

Dislessia e didattica inclusiva: arriva il tablet Editouch

di Eleonora Fortunato - Mentre la normativa sui bisogni educativi speciali degli studenti si aggiorna di continuo e resta acceso il dibattito sull’efficacia della tecnologia nella didattica, succede che in alcune scuole primarie romane dalle parole si passi ai fatti: già dallo scorso anno scolastico, infatti, sette istituti della Capitale hanno adottato in via sperimentale EdiTouch, un tablet speciale che sostiene l’apprendimento degli alunni dislessici sostituendosi ai tradizionali strumenti compensativi.

Che cos'è la disprassia? Classificazione, segni e possibili interventi

red - La disprassia è un disturbo che colpisce lo sviluppo delle capacità motorie. Le persone con disprassia hanno problemi di pianificazione e completamento delle attività motorie che possono riguardare semplici compiti motori, come salutare con la mano, oppure movimenti più complessi, come lavarsi i denti. 

Alcune informazioni generiche sulla discalculia, sui possibili campanelli d'allarme e sulle possibili modalità di intervento

red - Con il termine discalculia si riferisce a una vasta gamma di difficoltà di apprendimento che coinvolgono la matematica, in quanto le difficoltà sono diverse e possono variare da persona a persona. Inoltre, il disturbo può influenzare a livelli diversi le diverse fasi della vita delle persone che ci convivono. La discalculia principalmente comporta:

Alunni con Bisogni Educativi Speciali. Materiali del Seminario di lavoro di Montegrotto 8-9 aprile 2013

DSAVerona.it - L'Ufficio Scolastico Regionale, in relazione al Seminario di studio su "Alunni con Bisogni Educativi Speciali: la Scuola Veneta per l'inclusione" tenutosi a Montegrotto nei giorni 8 e 9 aprile 2013, pubblica il materiale elaborato dai gruppi di lavoro.

 I gruppi di lavoro avevano i seguenti obiettivi:

Se uno studente presenta diverse difficoltà in matematica, potrebbe essere discalculico?

red - Gli studenti che hanno difficoltà nell'apprendimento della matematica possono avere un disturbo neurocognitivo che inibisce l'acquisizione di concetti numerici e dell'aritmetica di base. Per tale ragione l'insegnamento specializzato per gli individui con discalculia, l'equivalente matematico della dislessia, dovrebbe essere disponibile nel sistema scolastico ordinario.

Pagine

rss facebook twitter google+

Categorie news