Tu sei qui

E' morto il Premio Nobel Gabriel Garcia Marquez, maestro del realismo magico

red - È morto ieri, nella sua casa di Pedregal de San Ángel in Città del Messico, il Premio Nobel per la letteratura Gabriel García Márquez (1927-2014). Lo scrittore era stato ricoverato in ospedale nella capitale messicana per via delle complicazioni dovute al cancro che cercava di combattere da circa quindici anni e che gli hanno comportato una grave infezione polmonare e alle vie urinarie.

Márquez, soprannominato Gabo, nasce ad Aracataca il 6 marzo del 1927 quale primogenito di 16 figli del telegrafista Gabriel Eligio García e della chiaroveggente Luisa Santiaga Márquez Iguarán. Venne allevato dai nonni materni e fu di particolare importanza la figura del nonno  Nicolás Márquez Mejía, in quanto gli ispirò la figura di Aureliano Buendía, il famosissimo protagonista del suo romanzo Cent'anni di solitudine.

Dopo la morte del nonno si diplomò presso il Colegio Liceo de Zipaquirá di Barranquilla, intraprese gli studi di giurisprudenza presso Bogotá, ma li abbandonò per iniziare la sua carriera di giornalista.

In qualità di inviato speciale per i giornali in cui lavorava approda in Europa e visita le città di Roma, Venezia, Parigi e Barcellona, spingendosi anche fino alla Cecoslovacchia e alla Polonia. Rientrato in Sudamerica inizia a riportare nei suoi romanzi le esperienze vissute in qualità di giornalista, raccontando le vicende storiche del suo paese. 

Esordisce quindi come scrittore nel 1955, ma il romanzo che gli regalerà la vera notorietà appare nel 1967: Cien años de soledad. Il romanzo racconta la storia delle sette generazioni della famiglia Buendía nella città di Macondo. Il capostipite, fondatore di Macondo, José Arcadio Buendía sogna una città costituita da specchi che riflette il mondo dentro e attorno ad essa. Dopo essersi destato, decide di fondare Macondo, ma presto la città diventa sede di eventi insoliti e straordinari che coinvolgono le generazioni della famiglia Buendía, incapaci o non disposte ad evitare le loro ripetute (e spesso autoinflitte) disgrazie. Infine un uragano distrugge Macondo, la città degli specchi. Il tema fondamentale del romanzo è la ripetitività del tempo e dei fatti, un tema in cui l'autore riconosce la caratteristica della vita colombiana e attraverso cui vediamo delinearsi altri elementi.

Negli anni successivi seguiranno numerosi altri romanzi e saggi, fra i quali spiccano soprattutto L'autunno del patriarca (1975) e Cronaca di una morte annunciata, e l'ironico L'amore ai tempi del colera, che ottengono un grande successo di pubblico in tutto il mondo, e dai quali sono state tratte omonime versioni cinematografiche.

Il Premio Nobel per la letteratura arriverà nel 1982 e da allora trascorrerà poco tempo nella sua patria, nella quale si consumava una brutta guerra tra governo, narcotrafficanti e guerriglieri. 

Nel 1999 gli viene diagnosticato un cancro linfatico che lo spinge a iniziare a scrivere le sue memorie, pubblicando nel 2002 la prima parte della sua autobiografia dal titolo Vivere per raccontarla. Nel 2005 García Márquez, dopo aver superato la sua battaglia contro il cancro, pubblica il suo ultimo romanzo Memoria delle mie puttane tristi, mentre nel 2010, riprendendo la linea autobiografica, ha pubblicato il saggio Non sono venuto a far discorsi, raccolta di discorsi da lui scritti e pronunciati in varie occasioni.

Gabo viene considerato il maestro del realismo magico, grazie alla sua opera Cent'anni di solitudine e insieme a lui anche scrittori quali Jorge Luis Borges e Dino Buzzati. Nei loro romanzi, in genere sono contenuti elementi magici e sovrannaturali che non vengono mai spiegati ma che possono solamente essere intuiti dal lettore. Ogni personaggio è quindi costretto ad accettare l'elemento magico senza mai metterne in discussione la sua logica, ma conoscendone i dettagli sensoriali che venono minuziosamente descritti dagli autori. In questo clima nascono delle distorsioni temporali, delle inversioni e ciclicità in cui il presente richiama costantemenre il passato o si ripete. 

rss facebook twitter google+

Categorie news