Tu sei qui

Materie della Seconda Prova scritta degli Esami di Stato 2016

red - In relazione all’Esame di Stato 2016, il MIUR ha ufficialmente diffuso le materie scelte per la seconda prova per licei, istituti tecnici e professionali. 

Le materie per la seconda prova dei Licei sono: Greco al Classico, Lingua straniera 1 al Liceo linguistico, Matematica allo Scientifico (anche nell’opzione Scienze applicate), Scienze Umane per l’omonimo Liceo, Diritto ed economia politica al Liceo delle Scienze Umane – opzione Economico sociale, Discipline artistiche e progettuali caratterizzanti l’indirizzo di studi all’Artistico, Teoria, analisi e composizione al Musicale e Tecniche della danza al Coreutico.

Simulazione della Terza Prova degli Esami di Stato del Liceo Classico

red - Di seguito vengono proposti alcuni quesiti per strutturare delle simulazioni della terza prova degli Esami di Stato del Liceo Classico. Le discipline interessate sono le seguenti: greco, storia, filosofia, fisica, inglese e scienze

GRECO

Il candidato delinei la genesi, i contenuti e il pensiero del trattato Del Sublime

STORIA

L’antifascismo in Italia nel 1922 e nel 1943

FILOSOFIA

L'evoluzionismo in biologia. Lamarck e Darwin

FISICA

Simulazione della Terza Prova degli Esami di Stato del Liceo Linguistico

red - Di seguito viene proposta una simulazione della terza prova degli esami di stato del Liceo Linguistico. La prova è composta da domande della tipologia B e coinvolge le seguenti discipline: tedesco, storia fisica, francese e storia dell'arte.

TEDESCO

1) Das Gedicht “ Der Panther” von R. M. Rilke isteinklaresBeispielfür das so genannte DINGGEDICHT. Erkläre die bedeutendstenMerkmale. 

La Direzione Generale per gli ordinamenti ha deciso: abroga le Indicazioni Nazionali!

Mathesis - Sulla scena degli esami di Stato 2016, la D.G. per gli ordinamenti e la valutazione del sistema nazionale di istruzione lancia la sua ultima novità. Con una sola nota, la n. 13577 del 15 dicembre 2015, cancella di fatto le Indicazioni Nazionali per la disciplina Fisica nei licei scientifici e le sostituisce con un “quadro di riferimento” di 4 moduli e 5 unità didattiche che scandiscono prerequisiti, contenuti irrinunciabili, abilità relative ai contenuti, competenze settoriali. La cancellazione è alla radice degli stessi principi delle Indicazioni Nazionali (artt. 4 e 8 D.P.R. 275/99 e art.10 del D.P.R. n.89/2010).

Il direttore generale, dott.ssa Carmela Palumbo, già autrice della nuova matematica, simulata e contestualizzata, firma il “quadro” e specifica che il suo contenuto non è prescrittivo (poteva esserlo?) ma costituirà la “base di riferimento nell’elaborazione della prova d’esame”. Vale a dire lo impone. Non se ne potrà fare a meno perché ciò che sarà oggetto di accertamento in sede d’esame e, dunque, è da dover insegnare e dover apprendere, è là, declinato in quei 4 moduli e quelle 5 unità didattiche. Quel quadro è prescrittivo di fatto e non c’era strumento più efficace per renderlo tale!

Le simulazioni di Matematica degli Esami di Stato del Liceo Scientifico: il parere dell’ispettore Domenico Bruno

Domenico Bruno - La simulazione della prova di matematica per gli esami di Stato di liceo scientifico, assegnata il 10.12.2015, procede senza cambiamenti lungo la via intrapresa con l’analoga simulazione del 25.2.2015.

Si tratta di problemi agganciati ad una realt. fittizia, espressi in forma “confidenziale” e prolissa, che contengono in genere una matematica non molto significativa, e di quesiti assai più impegnativi e talora vertenti su argomenti non previsti dalle indicazioni nazionali (vedi, per es., le “serie” nel quesito 4 del 22.4.2015), espressi in forma categorica e sbrigativa, stile “ukase” degli zar. 

Entrando nello specifico, nel primo problema dell’ultima simulazione, l’unica vera difficoltà è la scelta della funzione che meglio rappresenta il profilo del contenitore da viaggio per scarpe. 

Pubblicazione del Quadro di Riferimento relativo alla seconda prova scritta dell’esame di Stato di Fisica per i Licei Scientifici

MIUR - Questa Direzione Generale, nell’ambito delle misure di accompagnamento all’applicazione delle Indicazioni Nazionali per i Licei Scientifici (DPR 89/2010) e a seguito dell’elaborazione dei dati emersi dalla consultazione nazionale sul curriculo del V anno di Fisica nei Licei Scientifici (nota prot. 7015 del 17/11/2014), ha affidato al confronto tra esperti del settore l’elaborazione di un Quadro di Riferimento relativo alla seconda prova scritta dell’esame di Stato di Fisica per i Licei Scientifici.

Tale documento, di contenuto non prescrittivo, è stato richiesto da molte istituzioni scolastiche in considerazione del fatto che il regolamento, di cui al D.M. n. 10 del 29/01/2015 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 45 del 24/02/2015, prevede, per la prima volta, oltre alla disciplina Matematica, la disciplina Fisica come possibile scelta del Ministro per la seconda prova scritta dell’esame di Stato conclusivo del percorso di tutti gli indirizzi ed opzioni del liceo scientifico.

Le simulazioni matematiche del MIUR, da solco a baratro da evitare!

Mathesis - Molti licei, in tutte le Regioni, hanno preferito evitare che gli studenti perdessero la giornata di scuola del 10 dicembre appresso alle prova “simulata” di matematica. La prova l’hanno scaricata e vogliono capirne un poco di più. Sapere quali sono gli argomenti coinvolti nei problemi e quali i temi generali dei quesiti.

Simulazione della prima prova di Italiano degli Esami di Stato: ambito tecnico-scientifico

red - Di seguito viene proposta una simulazione della prima prova degli Esami di Stato per le scuole secondarie di secondo grado. La simulazione riguarda esclusivamente la redazione di un saggio breve o di un articolo di giornale di ambito tecnico-scientifico.

Sviluppa l'argomento scelto o in forma di «saggio breve» o di «articolo di giornale», utilizzando, in tutto o in parte, e nei modi che ritieni opportuni, i documenti e i dati forniti. Se scegli la forma del «saggio breve» argomenta la tua trattazione, anche con opportuni riferimenti alle tue conoscenze ed esperienze di studio. Premetti al saggio un titolo coerente e, se vuoi, suddividilo in paragrafi. Se scegli la forma dell'«articolo di giornale», indica il titolo dell'articolo e il tipo di giornale sul quale pensi che l'articolo debba essere pubblicato. Per entrambe le forme di scrittura non superare cinque colonne di metà di foglio protocollo.

Simulazione della prima prova di Italiano degli Esami di Stato: ambito storico-politico

red - Di seguito viene proposta una simulazione della prima prova degli Esami di Stato per le scuole secondarie di secondo grado. La simulazione riguarda esclusivamente la redazione di un saggio breve o di un articolo di giornale di ambito storico-politico.

Sviluppa l'argomento scelto o in forma di «saggio breve» o di «articolo di giornale», utilizzando, in tutto o in parte, e nei modi che ritieni opportuni, i documenti e i dati forniti. Se scegli la forma del «saggio breve» argomenta la tua trattazione, anche con opportuni riferimenti alle tue conoscenze ed esperienze di studio. Premetti al saggio un titolo coerente e, se vuoi, suddividilo in paragrafi. Se scegli la forma dell'«articolo di giornale», indica il titolo dell'articolo e il tipo di giornale sul quale pensi che l'articolo debba essere pubblicato. Per entrambe le forme di scrittura non superare cinque colonne di metà di foglio protocollo.

Simulazione della prima prova di Italiano degli Esami di Stato: saggio breve di ambito socio-economico

red - Di seguito viene proposta una simulazione della prima prova degli Esami di Stato per le scuole secondarie di secondo grado. La simulazione riguarda esclusivamente la redazione di un saggio breve di ambito socio-economico.

Sviluppa l'argomento scelto o in forma di «saggio breve» o di «articolo di giornale», utilizzando, in tutto o in parte, e nei modi che ritieni opportuni, i documenti e i dati forniti. Se scegli la forma del «saggio breve» argomenta la tua trattazione, anche con opportuni riferimenti alle tue conoscenze ed esperienze di studio. Premetti al saggio un titolo coerente e, se vuoi, suddividilo in paragrafi. Se scegli la forma dell'«articolo di giornale», indica il titolo dell'articolo e il tipo di giornale sul quale pensi che l'articolo debba essere pubblicato. Per entrambe le forme di scrittura non superare cinque colonne di metà di foglio protocollo.

Pagine

rss facebook twitter google+

Categorie news