Tu sei qui

Gli errori di ortografia: cause, caratteristiche e percorsi di recupero. Una sperimentazione

red - Le insegnanti di Italiano Donatini, Franco, Loccisano, Morando, Paradiso, Termine, Tranfaglia hanno condotto un'indagine nelle classi terze, quarte e quinte della scuola “Anna Frank sugli aspetti ortografici della produzione scritta. Com’è noto, l’ortografia costituisce una difficoltà diffusa che, se non viene affrontata durante la scuola elementare, può caratterizzare negativamente gli elaborati nelle fasi successive della carriera scolastica.

Alcune ricerche recenti hanno messo in evidenza che l’elevata diffusione degli errori ortografici, anche dopo la scuola dell’obbligo, dimostra come i normali training di recupero, basati soprattutto sulla reiterazione di esercizi, non diano risultati soddisfacenti e stabili nel tempo. 

Come fare? Quali percorsi di recupero delle abilità ortografiche?

Affinché si possa intervenire in modo corretto ed efficace, le insegnanti hanno ritenuto opportuno pervenire preliminarmente ad una migliore comprensione della natura degli errori di scrittura.

Hanno quindi progettato e realizzato una circoscritta indagine empirica che ha consentito loro di analizzare gli errori commessi dai propri alunni (tipologia, ricorrenza, distribuzione) e di individuare piste di lavoro condivise.

Le fasi dell’indagine

1) Inquadramento teorico del problema: il processo di scrittura e l’analisi delle difficoltà

2) Somministrazione di un dettato standardizzato

3) Classificazione degli errori e lettura dei risultati

4) Individuazione di piste di intervento

5) Esempi di percorsi

rss facebook twitter google+

Categorie news