Tu sei qui

I social servono o no? Materiali della prima giornata formativa sull'uso consapevole delle tecnologie

USR Emilia-Romagna - Ha preso il via oggi, nella sede dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna, in concomitanza con la prima “Giornata nazionale contro il bullismo a scuola” e la “Giornata Europea della Sicurezza in Rete” (Safer Internet Day) indetta dalla Commissione Europea, la seconda fase di attuazione del “Protocollo d’intesa sull’uso consapevole delle nuove tecnologie da parte dei giovani e prevenzione del cyber bullismo" siglato da USR per l’Emilia-Romagna, Polizia di Stato (Questura di Bologna e Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni per l’Emilia Romagna), CORECOM Emilia-Romagna, Garante per l’infanzia e l’Adolescenza e Università di Bologna - Dipartimento di Psicologia. 

Le attività formative contemplate dal Protocollo sono destinate agli insegnanti che verranno appositamente designati dai Dirigenti Scolastici dei Centri Territoriali di Supporto e dai Dirigenti gli Uffici di ambito territoriale per l’Emilia-Romagna. 

Il percorso si struttura in 3 azioni: la prima prevede la formazione in presenza e la fruizione di materiali formativi a distanza a cura dei sottoscrittori del Protocollo; la seconda contempla l’approfondimento personale; infine la terza è costituita da una restituzione collegiale nei territori di pertinenza, comprese le attività di diffusione alla componente studentesca. 

Questa seconda fase prosegue le azioni già svolte con gli incontri di formazione e informazione, destinati a docenti e Dirigenti Scolastici, che si sono svolti nelle giornate del 25 e 27 ottobre 2016 presso il Liceo Scientifico Augusto Righi di Bologna e l’Opificio Golinelli. 

L’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna, da tempo, ha messo in atto un percorso di monitoraggio, restituzione e formazione sulle tematiche utilizzo dei social, bullismo e cyber bullismo, nell’intento di fornire coordinate per armonizzare le azioni verso un corretto uso della rete e di risposta a situazioni di maggiore complessità. 

I materiali delle attività svolte sono disponibili nella sezione “Cyber bullismo” del sito istituzionale dell’USR ER: http://cyberbullismo.cts.istruzioneer.it/ 

“La sicurezza in rete - spiega il Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna, Stefano Versari - è tema rilevante per la scuola in questo tempo. Tra virtuale e reale sembra non esista più un confine. Assistiamo alla progressiva disgregazione del corpo fisico, trasformato in immagine. La rete diventa per converso uno spazio ‘reale’ attivamente vissuto e veicolo di modelli di comportamento. In questo contesto - prosegue il Direttore Generale - il numero di «like» influisce pesantemente sulla percezione del sé, del proprio corpo e del senso di appartenenza ad una comunità. E’ perciò fondamentale formare a scuola alle regole di convivenza in rete e, al contempo, ricondurre costantemente i nostri studenti alla fisicità della realtà buona, fatta di relazioni umane capaci di sostenere nelle difficoltà”.

rss facebook twitter google+

Categorie news