Tu sei qui

Il curricolo verticale. Aperta la nuova sezione delle News dedicata a tale tema

red - Da oggi è attiva la nuova sezione del blog dedicata al Curricolo Verticale e curata da Enza Scieri, insegnante da tantissimi anni impegnata nella ricerca e nella formazione degli insegnanti in materia di sperimentazione di nuovi impianti metodologici.

Le Indicazioni Nazionali del 4 settembre 2012 introducono nei seguenti termini il curricolo: «Il curricolo di istituto è espressione della libertà di insegnamento e dell’autonomia scolastica, e al tempo stesso, esplicita le scelte della comunità scolastica e l’identità dell’istituto. La costruzione del curricolo è il processo attraverso il quale si sviluppano e si organizzano la ricerca e l’innovazione educativa.» [I.N. 4.sett.2012, p.12].

Si evince quindi che il curricolo rappresenta uno strumento importante per costruire l'identità scolastica che diventa un centro per progettare, realizzare, valutare e ricercare. Per tale ragione «Ogni scuola predispone il curricolo, all’interno del Piano dell’offerta formativa, con riferimento al profilo dello studente al termine del primo ciclo  di istruzione, ai traguardi per lo sviluppo della competenza, agli obiettivi di apprendimento specifici per ogni disciplina.» «…le Indicazioni costituiscono il quadro di riferimento per la progettazione curricolare affidata alle scuole. Sono un testo aperto, che la comunità professionale è chiamata ad assumere e a contestualizzare, elaborando specifiche scelte relative a contenuti, metodi, organizzazione e valutazione coerenti con i traguardi formativi previsti dal documento nazionale.” [I.N. 4.sett.2012, p.12] 

Il curricolo, così come viene presentato nelle Indicazioni Nazionali, presenta un primo vincolo generale relativo alla centralità che viene attribuita alle competenze: «La scuola finalizza il curricolo allo sviluppo delle competenze previste nel profilo dello studente al termine del primo ciclo, fondamentali per la crescita personale e la partecipazione sociale … sulla base dei traguardi fissati a livello nazionale, spetta all’autonomia didattica delle comunità scolastiche progettare percorsi per la promozione,  la rilevazione e la valutazione delle competenze.» «Ogni scuola predispone il curricolo, all’interno del Piano dell’offerta formativa, con riferimento al profilo dello studente al termine del primo ciclo  di istruzione» [I.N. 4.sett.2012, p.14]

Inoltre, si evidenzia anche l'importanza della verticalità, ossia: «L’itinerario scolastico dai 3 ai 14 anni, pur abbracciando  tre tipologie di scuola  caratterizzate ciascuna da una specifica identità pedagogica e professionale, è progressivo e continuo. La presenza, sempre più diffusa, degli istituti comprensivi, consente la progettazione di un unico curricolo verticale e facilita il raccordo tra con il secondo ciclo dell’istruzione e formazione.» [I.N. 4.sett.2012, p.12]

Gli interventi presenti nella sezione, avranno l'obiettivo di chiarire l'impianto teorico relativo alla verticalizzazione del curricolo e, nello stesso tempo, di fornire dei materiali utili per i docenti ed effettivamente spendibili nella prassi didattica.

Nella sezione "Didattica" del forum di OrizzonteScuola, Enza Scieri risponderà personalmente a ogni richiesta di chiarimento inviata dai singoli utenti.

Categorie: 
rss facebook twitter google+

Categorie news