Tu sei qui

La Fondazione Umberto Veronesi "parla" alle Scuole

red - È online il nuovo sito www.fuvperlascuola.it, voluto dalla Fondazione Umberto Veronesi per instaurare un legame diretto con le Scuole e con chi quotidianamente le frequenta. Il portale costituisce una finestra utile per conoscere ed eventualmente aderire ai progetti messi a punto ad hoc per i ragazzi. Attraverso il sito è possibile, inoltre, consultare tutti i materiali didattici redatti dagli esperti della Fondazione ed essere aggiornati sull’agenda degli eventi riservati agli studenti, con l’obiettivo di favorire una corretta ed efficace divulgazione scientifica.

L’iniziativa si delinea nell’ambito delle sinergie previste dal Protocollo d’Intesa tra il MIUR e la Fondazione Umberto Veronesi, siglato lo scorso marzo.

In particolare, i progetti che la Fondazione ha ideato per le Scuole hanno da sempre lo scopo di sensibilizzare i giovani sui risultati della ricerca scientifica applicata ad argomenti di estrema attualità (quali ad esempio neuroscienze, genetica, DNA, nanotecnologie, virus e vaccini) e negli ambiti della prevenzione attraverso la lotta al fumo, la corretta alimentazione, sani e corretti stili di vita.

Tra i nuovi progetti della FUV per le Scuole si annovera la Carta di Science for Peace per la Scuola, documento scientifico che riprende e contestualizza i contenuti della Carta di Siviglia, emanata dall’Unesco nel 1989.

La Carta vuole essere uno strumento didattico per diffondere una cultura di non violenza, basata su assunti scientifici.

L’educazione alla scienza e alla cultura di pace deve far parte della formazione delle giovani generazioni, fin dalla più tenera età: così, dal sito www.fuvperlascuola.it, per ogni ciclo scolastico è possibile scaricare gratuitamente la Carta di Science for Peace in formato poster per la classe, la guida didattica per i docenti e le schede didattiche per gli studenti.

La Fondazione nasce nel 2003 allo scopo di sostenere la ricerca scientifica, attraverso l’erogazione di borse di ricerca per medici e ricercatori e il sostegno a progetti di altissimo profilo. Ne sono promotori scienziati, tra i quali ben 10 premi Nobel che ne costituiscono anche il Comitato d’Onore. Al contempo la Fondazione è attiva anche nell’ambito della divulgazione scientifica, affinché i risultati e le scoperte della scienza diventino patrimonio di tutti, attraverso grandi conferenze con relatori internazionali, progetti per le Scuole, campagne di sensibilizzazione e pubblicazioni. Un programma ambizioso che per raggiungere il suo obiettivo, agisce in sinergia con il mondo della Scuola, con le realtà - sia pubbliche che private - nel campo della ricerca e con il mondo dell’informazione.

rss facebook twitter google+

Categorie news