Tu sei qui

La Direzione Generale per gli ordinamenti ha deciso: abroga le Indicazioni Nazionali!

Mathesis - Sulla scena degli esami di Stato 2016, la D.G. per gli ordinamenti e la valutazione del sistema nazionale di istruzione lancia la sua ultima novità. Con una sola nota, la n. 13577 del 15 dicembre 2015, cancella di fatto le Indicazioni Nazionali per la disciplina Fisica nei licei scientifici e le sostituisce con un “quadro di riferimento” di 4 moduli e 5 unità didattiche che scandiscono prerequisiti, contenuti irrinunciabili, abilità relative ai contenuti, competenze settoriali. La cancellazione è alla radice degli stessi principi delle Indicazioni Nazionali (artt. 4 e 8 D.P.R. 275/99 e art.10 del D.P.R. n.89/2010).

Il direttore generale, dott.ssa Carmela Palumbo, già autrice della nuova matematica, simulata e contestualizzata, firma il “quadro” e specifica che il suo contenuto non è prescrittivo (poteva esserlo?) ma costituirà la “base di riferimento nell’elaborazione della prova d’esame”. Vale a dire lo impone. Non se ne potrà fare a meno perché ciò che sarà oggetto di accertamento in sede d’esame e, dunque, è da dover insegnare e dover apprendere, è là, declinato in quei 4 moduli e quelle 5 unità didattiche. Quel quadro è prescrittivo di fatto e non c’era strumento più efficace per renderlo tale!

Le simulazioni di Matematica degli Esami di Stato del Liceo Scientifico: il parere dell’ispettore Domenico Bruno

Domenico Bruno - La simulazione della prova di matematica per gli esami di Stato di liceo scientifico, assegnata il 10.12.2015, procede senza cambiamenti lungo la via intrapresa con l’analoga simulazione del 25.2.2015.

Si tratta di problemi agganciati ad una realt. fittizia, espressi in forma “confidenziale” e prolissa, che contengono in genere una matematica non molto significativa, e di quesiti assai più impegnativi e talora vertenti su argomenti non previsti dalle indicazioni nazionali (vedi, per es., le “serie” nel quesito 4 del 22.4.2015), espressi in forma categorica e sbrigativa, stile “ukase” degli zar. 

Entrando nello specifico, nel primo problema dell’ultima simulazione, l’unica vera difficoltà è la scelta della funzione che meglio rappresenta il profilo del contenitore da viaggio per scarpe. 

Le simulazioni matematiche del MIUR, da solco a baratro da evitare!

Mathesis - Molti licei, in tutte le Regioni, hanno preferito evitare che gli studenti perdessero la giornata di scuola del 10 dicembre appresso alle prova “simulata” di matematica. La prova l’hanno scaricata e vogliono capirne un poco di più. Sapere quali sono gli argomenti coinvolti nei problemi e quali i temi generali dei quesiti.

Rudi Mathematici, in linea il numero 203 della rivista dedicata alla matematica

Rudi Mathematici - E con questo, anche il faldone con la scritta “2015” sul dorso è completo. Scriviamo nell’ultima ora dell’8 dicembre, e quindi non sappiamo dire se questa newsletter partirà in un tardo martedì festivo o in un precoce mercoledì feriale: sappiamo però che annuncia e veicola RM203, ultimo numero dell’anno 2015 di Rudi Mathematici. Ossessionati come siamo con il ritmo dei calendari, ci rendiamo ben conto che siamo sempre più propensi a celebrare gli inizi più che le fini degli anni; e questo non solo perché è sempre più allegro celebrare con “benvenuti” che con “arrivederci”, ma soprattutto perché, come i lettori più affezionati ben sanno, all’ultimo numero dell’anno di Rudi Mathematici non corrisponde l’ultima newsletter di Rudi Mathematici.

STEMpink. Donne e tecnologia, scienza e fiction. Tre giorni in onore di Ada Lovelace

Bruce Sterling e Paul Di Filippo, tra più noti scrittori di fantascienza al mondo, sono solo i nomi di maggior richiamo di un parterre che include storici dell’informatica (Dorow SwadeSilvio Hénin), esperte di nuove tecnologie (Luigina Aiello, Jasmina Tesanovic) e cartoonist (Sidney Padua), che saranno a Pisa il 9, 10 e 14 dicembre per STEMpink, una serie di appuntamenti tra scienza e fiction attorno al tema “donne e tecnologia”.

In occasione del bicentenario della nascita di Ada Lovelaceprima programmatrice informatica della storia e unica figlia legittima del poeta inglese Lord Byron, l’Università di Pisa e il Museo degli Strumenti per il Calcolo, in partnership con Fondazione Sistema Toscana e Fondazione Galileo Galilei, dedicano tre giorni a esplorare l’eredità intellettuale della matematica inglese. Ad introdurre la giornata del 14 dicembre, lo scrittore Marco Malvaldi.

Presumibili nuove note dagli Ordinamenti del MIUR riguardanti alle prove di Matematica degli Esami di Stato del Liceo Scientifico

Mathesis - C’era da aspettarselo! La notizia dei “perduti ordinamenti del MIUR” ha prodotto reazioni e commenti. Da quanto è dato sapere gli errori presenti nelle due note ministeriali (del 12 e del 23 novembre, prot.11369 e prot. 11772) si ammettono, ma, com’è consuetudine, solo in parte. Pare che la Direzione Generale che ne è autrice diramerà, quanto prima, altre note chiarificatrici rivolte a scuole, docenti e studenti. E’ presumibile che tali note possano contenere:

Simulazione di Matematica relativa alla seconda prova scritta per gli Esami di Stato 2015-2016

MIUR - Questa Direzione Generale, continua, per il corrente anno scolastico, nell'azione di accompagnamento alle scuole ad indirizzo Liceo Scientifico nel proporre simulazioni di Matematica, Fisica e Scienze (questa ultima esclusivamente per i Licei OSA), per la piena applicazione di quanto stabilito dal Regolamento recante norme per lo svolgimento della seconda prova scritta negli esami conclusivi dei corsi di studio di istruzione secondaria di secondo grado, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n, 45 del 24 febbraio 2015.

Rudi Mathematici, in linea il numero 202 della rivista dedicata alla matematica

Rudi Mathematici - Domanda a bruciapelo: cosa ha in comune Novembre con Marzo? E con Agosto? Non sono domande difficili, suvvia… anzi, a ben vedere, sono quasi banali: basta un calendario qualsiasi, per verificare. Con Marzo ha in comune tutti i giorni della settimana: guardate se non ci credete… in questo dirompente 2015, i due mesi cominciano di domenica, e di concerto procedono nello snocciolare lunedì, martedì, mercoledì eccetera con lo stesso sincronico ritmo. Certo, la cosa dura finché dura, è cioè fino al 30, perché quell’egocentrico di Marzo procede anche con un trentunesimo giorno, mentre Novembre, elegantemente, si affretta a cedere il passo a Dicembre: però è proprio per questa sua modestia che riesce a sposarsi con Agosto: “l’ultimo giorno del mese” è ineluttabilmente sempre lo stesso giorno della settimana, per Novembre e per Agosto, e i fedeli seguaci di RM e gli adoratori di John Horton Conway saranno assai contenti di notare che tale giorno è anche un esattissimo Doomsday: infatti, in questo 2015 Doomsday è Sabato, e vedete bene che il 30 Novembre (al pari del 31 Agosto) di sabato si sono vestiti, quest’anno. (Se non avete mai sentito parlare della “Doomsday Rule” di Conway, fate un giro su Google… anzi no, fate un giro nel nostro Archivio: ne parliamo spessissimo…).

Le novità della prova scritta 2015. Il video presentato al Congresso della Mathesis

red - Il video di seguito incorporato è stato realizzato dalle prof.sse Serenella Iacino e Adriana Lanza. Presentato al Congresso Mathesis di Gioia del Colle, il video ha suscitato interesse e apprezzamenti per l’efficace confronto che le docenti Iacino e Lanza effettuano tra le prove assegnate nelle varie sessioni 2015 e quelle assegnate negli anni precedenti.

"Rimosso l’animale...": oggettività matematica e soggettività sensibile

Parmi, oltre a ciò, di scorgere nel Sarsi ferma credenza, che nel filosofare sia necessario appoggiarsi all’opinioni di qualche celebre autore, sì che la mente nostra, quando non si maritasse col discorso d’un altro, ne dovesse in tutto rimanere sterile ed infeconda; e forse stima che la filosofia sia un libro e una fantasia d’un uomo, come l’Iliade e l’Orlando furioso, libri ne’ quali la meno importante cosa è che quello che vi è scritto sia vero. Signor Sarsi, la cosa non istà così. La filosofia è scritta in questo grandissimo libro che continuamente ci sta aperto innanzi a gli occhi (io dico l’universo), ma non si può intendere se prima non s’impara a intender la lingua, e conoscer i caratteri, ne’ quali è scritto. Egli è scritto in lingua matematica, e i caratteri son triangoli, cerchi, ed altre figure geometriche, senza i quali mezi è impossibile a intenderne umanamente parola; senza questi è un aggirarsi vanamente per un oscuro laberinto. [...]

Pagine

rss facebook twitter google+

Categorie news