Tu sei qui

Pascal tra fisica e filosofia: verso la sconfitta dell'horror vacui. Documentazione di un'esperienza

Maria Rita Vescovo - Mai come in questo periodo si discute di competenze prima ancora di parlare di contenuti e nelle competenze richieste (sia agli alunni che ai docenti) si menzionano il plurilinguismo che la competenza digitale. La lingua Inglese, a giusto merito, occupa un posto fondamentale in questo ambito, anche perché è considerata la lingua veicolare per eccellenza. Non bisogna dimenticare,  però, che se le lingue del futuro sono il mandarino, il russo e l'arabo, nelle scuole italiane le lingue studiate sono il francese, lo spagnolo e il tedesco, oltre l'Inglese naturalmente.

Il francese è una lingua parlata da 300 milioni di persone nel mondo.

Insegnare in modo innovativo una lingua straniera ai nostri giorni  è diventato fondamentale  anche perché la qualità  del lavoro si misura, appunto, nelle competenze raggiunte dai discenti.

Capita, come in questo caso, che il francese faccia da trait d'union con altre discipline e che il risultato finale sia un saggio che parte dalla letteratura e che tocchi altre materie come fisica, matematica e filosofia. 

Tutto nasce da un'idea sulla quale docenti e discenti lavorano in perfetta sintonia partendo dall'analisi dei testi originali sui quali lavoreranno fino a presentare diversi PowerPoint sui vari argomenti  trattati. 

È  stato un lavoro esaltante, una sfida, un modo innovativo su come mettersi in gioco. Sono stati utilizzati diversi linguaggi: quello scientifico della matematica e fisica, quello filosofico oltre a quello storico-letterario.

Il risultato è  tutto da leggere con i ragazzi, per curiosità,  per approfondimento,  per immergersi nell'onda di un cambiamento in ambito scientifico.

Pascal tra fisica e filosofia

Categorie: 
rss facebook twitter google+

Categorie news