Tu sei qui

Prove INVALSI di Italiano e Matematica per le classi della scuola secondaria di secondo grado.

red - Giorno 13 Maggio sono state somministrate le prove INVALSI di Italiano e Matematica agli studenti delle classi Seconde delle Scuole Secondarie di Secondo Grado di tutta Italia. 

Secondo le statistiche pubblicate dall'INVALSI, le prove hanno coinvolto un totale di circa 560 mila studenti facenti parte delle classi II della scuola secondaria di secondo grado e della formazione professionale di alcune regioni (Liguria, Lombardia, Provincia Autonoma di Bolzano, Provincia Autonoma di Trento e Veneto). 

Sulla base dei dati attualmente in possesso all'INVALSI, si stima che non siano state effettuate in circa l'1,79% delle classi II della scuola secondaria.

La partecipazione alla rilevazione da parte delle classi campione è stata de 98,59%, la partecipazione delle classi non campione è stata del 98,17%, mentre la partecipazione complessiva è stata del 98,21 %.

Si ricorda che la prova di Italiano è stata strutturata seguendo le indicazioni contenute nei documenti diffusi dall'INVALSI. In particolare, il suo obiettivo è quello di valutare la padronanza linguistica in termini:

  • oralità: ascolto, produzione orale, interazione orale (comprendere all'ascolto testi di vario tipo, produrre testi anche pianificati, partecipare a uno scambio comunicativo orale in vari contesti); 
  • lettura (comprendere e interpretare testi scritti di vario tipo e relativi a diversi contesti); 
  • scrittura (produrre testi di vario tipo in relazione ai differenti scopi comunicativi);
  • conoscenze e abilità di riflessione metalinguistica, funzionali sia al controllo consapevole della comprensione dei testi orali e scritti sia alla descrizione del funzionamento del sistema linguistico;
  • consapevolezza che una stessa lingua si realizza in forme diverse in relazione alla natura del messaggio, allo scopo della comunicazione e al contesto (varietà linguistiche). 

Invece, la prova di Matematica è strutturata seguendo il criterio guida inserito negli Assi Culturali per la disciplina, ossia: la competenza matematica comporta la capacità e la disponibilità a usare modelli matematici di pensiero (dialettico e algoritmico) e di rappresentazione grafica e simbolica (formule, modelli, costrutti, grafici, carte), la capacità di comprendere ed esprimere adeguatamente informazioni  qualitative e quantitative, di esplorare situazioni problematiche, di porsi e risolvere problemi, di progettare e costruire modelli di situazioni reali. Finalità dell’asse matematico è l’acquisizione al termine dell’obbligo d’istruzione delle abilità necessarie per applicare i principi e i processi matematici di base nel contesto quotidiano della sfera domestica e sul lavoro, nonché per seguire e vagliare la coerenza logica delle argomentazioni proprie e altrui in molteplici contesti di indagine conoscitiva e di decisione. 

I quesiti tengono quindi conto del raggiungimento delle seguenti competenze :

1) Utilizzare le tecniche e le procedure del calcolo aritmetico e algebrico, rappresentandole anche sotto forma grafica. 

2) Confrontare e analizzare figure geometriche, individuando invarianti e relazioni. 

3) Individuare le strategie appropriate per la soluzione di problemi. 

4) Analizzare dati e interpretarli sviluppando deduzioni e ragionamenti sugli stessi anche con l’ausilio di rappresentazioni grafiche, usando consapevolmente gli strumenti di calcolo e le potenzialità offerte da applicazioni specifiche di tipo informatico. 

Fascicolo Italiano

Fascicolo Matematica

Categorie: 
rss facebook twitter google+

Categorie news