Tu sei qui

Rudi Mathematici, in linea il numero 216 della rivista dedicata alla matematica

Rubi Mathematici - Ci dovremo abituare, a questo numero così poco maneggevole. Duemiladiciassette: numero dispari e soprattutto primo. Talmente primo che rimane tale anche nel suo nomignolo (“diciassette”), il che lo denuncia, se non altro, come numero dotato di una notevole coerenza interna. Non è verosimilmente il caso di esortarvi a non farvi prendere dalla scaramanzia: il diciassette è talvolta visto come numero poco fausto, ma questa newsletter è diretta a gente che sa benissimo che “la superstizione porta sfortuna”, com’è solito dire quel barbone quasi centenario di Raymond Smullyan, e quindi sarebbe tempo perso. Al massimo, ci limiteremo a ricordare che mentre in molti paesi il numero che si ritiene sfortunato è il 13 - quasi certamente per il fatto che in una celebre cena di un paio di millenni fa i commensali erano tredici – la superstizione prevalentemente italica che teme il 17 sembra derivare dal fatto che, se scritto in cifre romane (XVII), può essere anagrammato in VIXI, prima persona del passato remoto del latino “vivere”, ergo “vissi”, “ho vissuto”, il che lascerebbe intendere che adesso non vivo più, e quindi dàgli sotto ad articolare gesti apotropaici. Il tutto con buona pace del “Vissi d’arte” che Tosca intona quand’è ancora in splendida forma e salute (okay, di lì a poco si getterà dalle mura di Castel sant’Angelo, ma che vuol dire?).

Tanto per facilitare l’arduo compito di abituarvi a scrivere correttamente le date, abbiamo deciso di far uscire questo RM216 proprio il giorno 17. Alcuni malfidati potrebbero pensare che questa altro non sia che una becera scusa, che in realtà il giorno di uscita dipende solo dal sempiterno ritardo che la redazione accumula alla faccia del teorico “primo giorno lavorativo del mese” che dovrebbe essere il canonico giorno di comparsa di Rudi Mathematici. Certa gentaglia non merita attenzione né risposta: ma siccome siamo generosi ci limitiamo a far notare il trend di nettamente positivo, visto che il numero di Dicembre era uscito il giorno 22: un miglioramento di valore +5, roba da festeggiare con una bevuta. Il tutto senza considerare che una decina di giorni fa abbiamo rilasciato il calendario 2017 di RM (l’avete visto, vero? Se no, lo trovate qui: http://www.rudimathematici.com/archivio/calendari/RM_2017_Calendar.pdf).

A voler essere sinceri, da tempo in redazione si considera come crinale separatore tra le categorie “normale ritardo” e “tragico ritardo irrimediabile” il giorno 14 del mese: è il giorno di pubblicazione dell’ormai classico “Carnevale della Matematica”, in cui si riepilogano tutti i post di natura matematica del mese: noi diligentemente vi partecipiamo, e ogni volta vi ricordiamo l’uscita dell’ultimo numero di RM: ma – gli è ovvio – se usciamo dopo il 14 il grazioso link che conduce al numero suddetto restituisce un drammatico errore 404. Sarà successo così per qualche giorno anche questo mese in cui il CdM gorgheggia dal Post, nel blog di Maurizio Codogno (http://www.ilpost.it/mauriziocodogno/2017/01/14/carnevale-della-matematica-105/), anche se adesso le cose dovrebbero essere tornate alla normalità. Il mese prossimo il Carnevale è ospitato dal nostro blog su Le Scienze, e non dubitiamo che lì il link funzionerà sempre perfettamente: il solo rischio è che sia proprio il Carnevale a presentarsi con una trentina di mesi di ritardo…

In realtà, ci sarebbe ancora un altro 17 che merita d’essere citato: questo mese è l’ultimo in cui la Prestigiosa Rivista Italiana di Matematica Ricreativa può rispondere “17” agli importuni che gli chiedono quanti anni abbia. Sulla copertina di questo RM di gennaio già campeggia impietosa la scritta “Anno Diciannovesimo”, e tra pochi giorni non sarà più possibile spacciarsi per minorenni inconsapevoli. O forse sì… in fondo, la registrazione all’anagrafe, in quel lontano febbraio 1999, ci siamo probabilmente dimenticati di farla.

Per il resto, se 2017 è numero poco maneggevole, 216 è per contro maneggevolissimo: ha una quantità di divisori (1, 2, 3, 4, 6, 8, 9, 12, 18, 24, 27, 36, 54, 72, 108, 216) che lo classificano come “abbondante”, e il fatto che nella lista compaia anche il 4 implica che all’interno di RM216 troverete anche uno “Zugzwang!”. Potreste affrettarvi per correre a vedere di quale gioco si parli, ma se avete intenzione di prendere un taxi per fare in fretta, prima cautelatevi leggendo il PM, che disseziona ipotetiche tariffe di ipotetiche macchine pubbliche. In alternativa, fate un giro a leggervi il compleanno, e non gridate subito allo scandalo se il cognome del matematico celebrato è già comparso in un compleanno precedente: non era lui, era un altro.

C’è un anno nuovo di zecca che aspetta solo di essere vissuto e goduto, gente; approfittatene.

http://www.rudimathematici.com/archivio/216.pdf

http://www.rudimathematici.com/archivio/epub/216e.epub

Categorie: 
rss facebook twitter google+

Categorie news