Tu sei qui

Simulazione prova di Economia Aziendale degli Esami di Stato dell’Istituto Tecnico ad Indirizzo Amministrazione Finanza e Marketing

red - Di seguito viene proposta una simulazione prova di Economia Aziendale degli Esami di Stato dell’Istituto Tecnico ad Indirizzo Amministrazione Finanza e Marketing.

Scelti due dei seguenti gruppi, si svolga un punto a scelta per ognuno di essi:

Gruppo A)

a) Dopo aver precisato i criteri di valutazione previsti dal codice civile per le immobilizzazioni materiali e immateriali, si presenti:

- il contenuto in forma analitica del raggruppamento di SP delle Immobilizzazioni per i 2 anni a confronto;

- la tabella di nota integrativa delle movimentazioni tra i due anni

b) Dopo aver chiarito il significato di ratei e risconti, si precisino i criteri per la loro quantificazione; tenendo conto dei valori di bilancio al 31/12/2016 si descrivano le operazioni da cui derivano e se ne presentino le relative rilevazioni d’esercizio e di assestamento di fine anno a giornale in PD.

Gruppo B)

a) Dopo aver presentato in forma analitica il contenuto del raggruppamento di SP del PN per i 2 anni a confronto, si descrivano brevemente le operazioni anno 2016 interessanti i conti del PN con le relative scritture nel giornale a PD; si presenti infine il prospetto di nota integrativa delle variazioni di PN

b) Relativamente all’azienda industriale descritta nella prima parte, ma limitatamente ad uno soltanto dei prodotti realizzati e commercializzati, si presentino per l’anno 2017 i budget settoriali delle vendite, delle scorte di prodotto, della produzione, del consumo materie, delle scorte di materie, del costo Mod, delle rimanenze, tenendo conto che:

- il prodotto è commercializzato in diversi mercati

- si utilizza un solo tipo di materia prima

- il costo industriale standard è di euro 600 (tanto per l’anno 2016 che per l’anno 2017), con costi diretti industriali per euro 400

Gruppo C)

a) Presentare, facendo e chiarendo le opportune ipotesi:

- il rendiconto delle variazioni di CCN anno 2016;

- il calcolo della liquidità prodotta dalla gestione reddituale (cash flow operazionale)

b) Limitatamente ad uno solo dei prodotti dell’azienda industriale descritta nella prima parte, esemplifica – ricordando la metodologia impiegata - l’analisi degli scostamenti dei ricavi e dei costi diretti componenti il costo primo tra dati di budget e dati effettivi per l’anno 2016, tenendo conto che, per la produzione, si impiegano, oltre alla manodopera diretta, anche due tipi diversi di materia prima. Presenta infine un breve report che sintetizza i risultati ottenuti.

Gruppo D)

a) Dopo aver ricordato il criterio civilistico di valutazione delle rimanenze di magazzino, si presenti in forma analitica il contenuto del raggruppamento “C) I. Rimanenze” dello stato patrimoniale per i due anni 2016 e 2015 a confronto. In modo analogo si tratti del Tfr, se ne chiariscano le movimentazioni dell’anno 2016 e si presentino le relative rilevazioni a giornale in PD.

b) la spa alfa industriale intende nell’anno 2017 iniziare la produzione vendita di un nuovo prodotto ZX, per il quale si richiedono investimenti in immobilizzazioni materiali, tra impianti e attrezzature per totali € 500.000; la nuova attività sarà svolta in un fabbricato in locazione al canone annuo di € 48.000 e sarà in parte finanziata tramite banca per un importo medio annuo di € 300.000; si prevedono vendite per n. 200.000 unità di prodotto nel primo anno e un incremento del 30% nell’anno successivo. Presentare, relativamente all’anno 2017 e al successivo, il piano degli investimenti, il piano degli ammortamenti, il conto economico previsionale, indicando chiaramente le scelte operate per quanto concerne i dati mancanti.

rss facebook twitter google+

Categorie news