Tu sei qui

Archivio di materiali utilizzati per le lezioni simulate del concorso a cattedra DDG 82/2012

red - Il Concorso a Cattedra, regolato dal D.D.G. 82/2012, ha previsto, in una delle sue fasi la progettazione di una lezione simulata da esporre in un tempo massimo di 30 minuti. Si rammenta quanto indicato nell’art. 10, commi 2 e 3, e nell’Allegato 3, “Avvertenze generali” del D.D.G. 82/2012, confermato dalla nota ministeriale prot. 3833 del 17/4/2013:

“La prova orale, distinta per ciascun posto o classe di concorso, e unica per ciascuno degli ambiti disciplinari 1, 2, 4 e 5 , ha per oggetto le discipline di insegnamento e valuta la padronanza delle medesime e la capacità di trasmissione da parte del candidato, la capacità di progettazione didattica, anche con riferimento alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) e agli studenti con bisogni educativi speciali. La prova orale valuta altresì la capacità di conversazione nella lingua straniera prescelta dal candidato, ove detta competenza non sia già richiesta per l’insegnamento cui si concorre. Per la scuola primaria la lingua è l’inglese. Per l’ambito disciplinare n. 5 (inglese e francese) la prova orale si svolge interamente nella lingua straniera. La prova orale consiste: a) in una lezione simulata, della durata di 30 minuti, su una traccia estratta dal candidato 24 ore prima della data programmata per la sua prova orale. A tal fine la commissione predispone un numero di tracce pari a tre volte il numero dei candidati. Le tracce estratte sono escluse dai successivi sorteggi; b) in un colloquio immediatamente successivo, della durata massima di 30 minuti, nel corso del quale sono approfonditi i contenuti, le scelte didattiche e metodologiche della lezione di cui alla lettera a)”.

Questa redazione vuole costituire un archivio di materiali prodotti dai candidati al concorso, che volessero liberamente condividerli con i propri colleghi. Questo perché, ai fini dell'espletamento delle prove, ciascun candidato ha prodotto delle unità di apprendimento, che possono essere effettivamente realizzate e, quindi, sperimentate dai colleghi nelle proprie classi.

I materiali verranno suddivisi per ordine di scuola e pubblicati su questo sito, citando gli autori delle opere inviate. Tutti gli interessati possono inviare i propri contributi all'indirizzo email: [email protected]

Categorie: 
Versione stampabile
rss facebook twitter google+

Categorie news