Tu sei qui

Lavagna Interattiva Multimediale e nuovi ambienti di apprendimento

Andrea Raciti L’introduzione della Lavagna Interattiva Multimediale nelle nostre aule risale al 2006 e costituisce, senza alcun dubbio, una delle più straordinarie rivoluzioni didattiche mai sperimentate nella Scuola italiana. 

Di norma, una L.I.M. è costituita da una superficie interattiva collegata a un computer che, per mezzo di un videoproiettore, trasferisce l’immagine su di essa, permettendo all’utente di interagire con i vari software direttamente con le dita o attraverso appositi pennarelli digitali. 

La L.I.M. rappresenta un potente strumento a supporto della didattica, capace di modificare gli ambienti di apprendimento e di offrire agli alunni approcci didattici dinamici e innovativi, fondati sulla forza comunicativa dell’immagine, sull’utilizzo di contenuti di tipo multimediale e, soprattutto, su una reale interazione con il computer; il sistema subisce, cioè, l’influenza delle scelte e dei comportamenti dell’utente, elaborando risposte specifiche e proponendo percorsi didattici personalizzati. 

La possibilità di accesso alla rete, inoltre, estende esponenzialmente le frontiere didattiche che docenti e alunni possono esplorare in classe, visitando musei virtuali, città e monumenti, approfondendo i contenuti attraverso ricerche e sperimentando esperienze laboratoriali, usufruendo di lezioni multimediali progettate e condivise da docenti di tutto il mondo o, ancora, sfruttando le innumerevoli risorse didattiche reperibili online. 

Attraverso la L.I.M., si assottigliano le distanze tra le esigenze didattiche del docente e i nuovi linguaggi, che, veicolati dai moderni strumenti di comunicazione, stanno assumendo un ruolo sempre più determinante negli apprendimenti individuali e di gruppo. 

Il successo didattico della L.I.M. è da attribuire, in primo luogo, alla sua capacità di accrescere l’interesse, la partecipazione e la motivazione allo studio. La L.I.M., inoltre, favorisce l’attivazione di tutti i canali sensoriali, contribuisce allo sviluppo del senso critico, educa al valore della ricerca, stimola la creatività e migliora le dinamiche relazionali, facilitando la socializzazione e la cooperazione in classe. 

La L.I.M. rappresenta una nuova scommessa per i nostri insegnanti, che, mantenendo saldi i valori da trasmettere, i contenuti da sviluppare e le competenze su cui puntare, dovranno progettare percorsi didattici in grado di accendere nei ragazzi quelle emozioni e quella naturale curiosità senza le quali non possono esistere didattica e apprendimento. 

Categorie: 
LIM
rss facebook twitter google+

Categorie news