Tu sei qui

Progetti a sostegno dell’insegnamento di “Cittadinanza e Costituzione” in collaborazione tra Parlamento e MIUR

MIUR - Come è noto da anni Ministero dell'Istruzione, Camera dei deputati e Senato della Repubblica mantengono una stretta collaborazione finalizzata a offrire alle scuole degli strumenti che favoriscano la progettazione e la riflessione, all’interno dei percorsi didattici curricolari, sui principi e l'attualità della Carta costituzionale. Avvicinare i giovani ai suoi valori e sostenere l'insegnamento di “Cittadinanza e Costituzione”, attraverso attività pluridisciplinari e metodologie laboratoriali, è infatti un impegno comune del mondo della scuola e del Parlamento, che nel tempo si è tradotto in nuove iniziative e in una pluralità di progetti, rivolti ai differenti gradi di istruzione e realizzati grazie al contributo degli Uffici scolastici regionali, dei dirigenti scolastici e dei docenti. Gli ottimi risultati ottenuti e l'interesse manifestato dalle scuole sono anche quest’anno un ulteriore motivo per proseguire, di comune accordo, nel nuovo a. s. 2016-17, le iniziative già sperimentate.

Ogni scuola, del primo e del secondo ciclo, potrà pertanto ideare, nel corso del nuovo anno scolastico e all’interno della propria progettazione didattica per “Cittadinanza e Costituzione”, dei percorsi di studio e approfondimento, avvalendosi delle risorse offerte dai progetti predisposti in collaborazione con il Parlamento; tra questi di seguito si segnalano, in sintesi, quelli che rivestono particolare rilevanza. In allegato ciascun bando specifica invece le caratteristiche dei singoli progetti, le modalità di svolgimento e di iscrizione, oltre ai riconoscimenti previsti per i partecipanti.

Progetto "Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione", rivolto agli istituti di istruzione secondaria di secondo grado, che possono partecipare mediante la produzione di un originale lavoro di ricerca, a carattere multimediale, volto ad approfondire il significato e l'applicazione nel loro territorio di uno dei principi della Costituzione. Una rappresentanza di ciascuna delle sessanta scuole selezionate verrà invitata a Roma per la cerimonia conclusiva che si svolgerà, quest'anno, nell'Aula del Senato della Repubblica, con la menzione dei lavori migliori e il conferimento dei premi speciali "Marta Genoviè de Vita", "Alessandra Siragusa" e, per questa edizione, in occasione del 60° anniversario della firma dei Trattati di Roma, di un premio al miglior progetto sull'articolo 11 della Costituzione, con particolare riferimento alle istituzioni dell'Unione Europea.

Progetto "Un giorno in Senato", rivolto alle classi del secondo, del terzo e del quarto anno degli istituti di istruzione secondaria di secondo grado; il Progetto prevede incontri di studio e di formazione al Senato per mettere a confronto le conoscenze acquisite dagli studenti nel corso dell'attività didattica con il concreto funzionamento dell'Assemblea parlamentare di Palazzo Madama.

Progetto "Vorrei una legge che...", rivolto alle classi quinte delle scuole primarie e alle classi prime delle scuole secondarie di primo grado; il Progetto si propone di far riflettere i più giovani studenti su temi a loro vicini e di far cogliere l'importanza delle leggi sulla regolamentazione della vita di tutti i giorni, incentivando il senso civico e di partecipazione democratica.

Progetto "Testimoni dei diritti", rivolto alle classi seconde e terze delle scuole secondarie di primo grado; intende richiamare l'attenzione sul riconoscimento dei diritti umani attraverso la riflessione sulla Dichiarazione universale approvata dall'ONU nel 1948.

Progetto "Giornata di formazione a Montecitorio", rivolto alle classi dell'ultimo biennio degli istituti di istruzione secondaria di secondo grado; il Progetto ha l'obiettivo di far vivere direttamente agli studenti l'esperienza di due giornate di lavoro alla Camera dei deputati attraverso l'incontro con le Commissioni parlamentari e i deputati eletti nel territorio di provenienza della scuola.

Progetto "Parlawiki–Costruisci il vocabolario della democrazia", rivolto alle classi quinte delle scuole primarie e alle scuole secondarie di primo grado, con cui la Camera dei deputati invita le classi a illustrare in modo sintetico e originale, sotto forma multimediale, alcune "parole chiave" della democrazia. I lavori ritenuti più significativi verranno pubblicati sul sito della Camera dei deputati nella sezione rivolta ai più giovani e poi sottoposti a votazione per via telematica. I lavori risultati vincitori saranno invitati alla cerimonia finale di premiazione presso Palazzo Montecitorio.

Le SS.LL. sono invitate a dare la più ampia diffusione presso le scuole alle iniziative in oggetto, anche attraverso l'indispensabile azione dei Referenti regionali e provinciali; a questo proposito si pregano altresì le SS.LL. di precisare il nominativo del Referente regionale incaricato di curare la diffusione e di sostenere la realizzazione questi progetti, comunicandolo alla Direzione generale per gli ordinamenti e la valutazione del sistema nazionale di istruzione, entro il 30 settembre 2016, al seguente indirizzo di posta elettronica: [email protected]. Allo stesso indirizzo e-mail del Prof. Giuseppe Caratozzolo sarà possibile rivolgersi per eventuali altre informazioni.

Categorie: 
rss facebook twitter google+

Categorie news