Tu sei qui

Pubblicizzazione dei progetti valutativi della programmazione 2007/2013 e indicazioni per l’accesso e la fruizione dei materiali sul sito dei Fondi Strutturali Europei

MIUR - Il quadro di riferimento in cui si collocano le principali azioni valutative effettuate nella programmazione 2007/2013 è quello degli Obiettivi di Servizio per l’istruzione, per cui le valutazioni condotte, pur avendo coperto molti ambiti di indagine, si sono focalizzate principalmente sul contributo fornito dai Programmi Operativi Nazionali al raggiungimento all’innalzamento delle competenze degli studenti e al contrasto della dispersione scolastica, sia con gli interventi di formazione del capitale umano, sia con gli interventi di potenziamento e riqualificazione di strutture e attrezzature scolastiche. 

Per misurare il raggiungimento degli obiettivi di servizio, si è ritenuto opportuno valutare non solo i livelli di apprendimento degli studenti, ma anche la qualità e l’efficienza del servizio scolastico complessivamente erogato dalle istituti sul territorio, in un’ottica di valutazione sistemica e di supporto al miglioramento. Le valutazioni condotte sono state finalizzate prioritariamente all’analisi dei risultati e alla raccolta di evidenze, fondate su dati quali-quantitativi, sui miglioramenti sostanziali ottenuti con gli interventi del Programma, con l’obiettivo di dimostrare, non solo l’efficienza gestionale ed amministrativa e la capacità di spesa, ma anche e soprattutto l’efficacia in termini di ricaduta sulla qualità dell’istruzione nelle Regioni del Sud che hanno beneficiato di tali risorse (Regioni Obiettivo Convergenza: Calabria, Campania, Puglia e Sicilia). 

Nell’ambito delle valutazioni condotte nel periodo 2007/2013 è stato sperimentato un ampio ventaglio di metodologie di indagine, di carattere qualitativo e quantitativo, con una particolare attenzione per la metodologia controfattuale, nella consapevolezza che uno sforzo in tale direzione avrebbe consentito di conoscere gli effetti netti degli interventi realizzati. Tra le valutazioni d’impatto poste in essere, particolare rilevanza ha rivestito il progetto “Valutazione sperimentale Matabel-Plus”, nell’ambito del quale è stata condotta una valutazione d’efficacia del piano formativo [email protected]per l’insegnamento della matematica, attraverso un esperimento controllato con randomizzazione volto a misurare gli effetti di tale intervento, sia sugli studenti, in termini di innalzamento degli apprendimenti in matematica, sia sui docenti, in termini di modificazioni e innovazioni introdotte nella pratica didattica. Si è trattato di una ricerca molto innovativa, la cui rilevanza scientifica è stata riconosciuta anche a livello internazionale, tra le Best Completed Evaluation, con l’assegnazione di un premio nell’ambito di una competizione europea, finalizzata a selezionare le migliori valutazioni effettuate nell’ambito della Programmazione dei Fondi Strutturali Europei 2007/2013. 

Tenuto conto di quanto sopra evidenziato, al fine di valorizzare l’ampia ed articolata gamma di azioni valutative sviluppate nel corso della programmazione 2007/2013, nonché degli strumenti e delle metodologie innovative messi a punto e sperimentati per misurare gli impatti ottenuti con tali risorse, si è ritenuto utile organizzare sul sito dei fondi strutturali europei uno specifico spazio web appositamente dedicato alla valutazione, in cui ospitare i materiali più significativi delle valutazioni realizzate per i Programmi Operativi. All’indirizzo http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/istruzione/pon/programmazione_..., è presente, infatti, una raccolta sistematizzata della documentazione sulla valutazione, contenente i prodotti delle attività valutative condotte durante la programmazione 2007/2013. Si tratta di uno specifico Repository in cui sono accessibili i Report intermedi e finali dei diversi progetti di valutazione, che evidenziano gli elementi più rilevanti ed innovativi delle attività, con una descrizione dettagliata di obiettivi, processi, metodi, strumenti e risultati e con approfondimenti sulle possibilità di utilizzo degli esiti, sugli elementi di trasferibilità di modelli e approcci, sulle problematiche ancora aperte e le prospettive di sviluppo.

Categorie: 
rss facebook twitter google+

Categorie news