Tu sei qui

Raccontare il Medioevo. Concorso Nazionale di Scrittura

Istituto Storico Italiano per il Medio Evo - L ’Istituto storico italiano per il medio evo (ISIME), ente pubblico non economico che opera nel settore della ricerca e dell’editoria scientifica, e più in generale della diffusione della cultura storica, indice la VIII edizione del concorso nazionale di scrittura Raccontare il Medioevo , rivolto alla scuola secondaria di I grado.

Obiettivi

Scrivere il Medioevo vuole essere per gli studenti un modo per dare libertà alle proprie idee e alle proprie parole, ma anche un canale di accesso a un momento essenziale e fondante del nostro passato, delle nostre identità locali e della più ampia, e talvolta sfuggente, identità nazionale. Il Medioevo è, d’altronde, nell’immaginario collettivo e nella cultura mediatica, il luogo per eccellenza delle radici e dell’esotico, delle streghe e dei folletti, delle cattedrali gotiche e delle grandi costruzioni giuridiche, dell’invenzione degli occhiali e delle pene sulla pubblica piazza. Il Medioevo immaginato potrà essere ripensato e meglio conosciuto, sgrossato e ripulito dai mo lti luoghi comuni che lo accompagnano. Il Medioevo cristiano e quello della cosiddetta “economia chiusa”, quello del feudo e quello del mito comunale sono tutti aspetti di un Medioevo poli cromo che, tra verità storica e falsa incrostazione storiografica, potrà costituire un ter reno ideale per muoversi in libertà e scrivere storia e storie.

Temi assegnati

In questa edizione i racconti partecipanti dovranno riguardare una delle seguenti sezioni tematiche:

1. Il Medioevo della mia città o del mio territorio;

2. 2018: anno europeo del patrimonio culturale. Medioevo: origine di patrimoni culturali politici, religiosi, artistici.

3. Esuli e migranti nel Medioevo.

Caratteristiche dei testi

Tenendo conto delle competenze linguistiche, storiche e lett erarie acquisite dagli studenti nel loro percorso formativo, gli elaborati potranno essere il risultato del lavoro svolto da un’intera classe o da un gruppo di ragazzi di una o più classi con la guida di almeno un insegnante. Non saranno invece ammessi rac conti proposti da singoli alunni.

Ciascun racconto dovrà essere preceduto da un frontespizio e seguito da un resoconto metodologico.

Il frontespizio conterrà i dati identificativi della scuola (nome, indirizzo postale, numero di telefono, indirizzo e - mail istituzionale), degli autori (nome, cognome, classe di appartenenza) e dell’insegnante referente (nome, cognome, indirizzo e - mail).

Il resoconto, elaborato dall’insegnante referente , fornirà i seguenti dati:

1) la sezione tematica nella quale si partecipa;

2) il numero di alunni partecipanti al progetto e le loro classi di appartenenza;

3) il numero di docenti coinvolti e le materie da loro insegnate;

4) quando e dove è stato svolto il lavoro di ricerca e di scrittura ;

5) le indicazioni metodologiche seguite;

6) se la stesura del racconto è stata preceduta da lezioni mirate a una più precisa contestualizzazione storica degli eventi narrati ;

7) se sono state utilizzate fonti e quali ;

8) se si è fatto uso di bibliografia speciali stica e quale ;

9) se sono state effettuate visite didattiche collegate all’iniziativa e dove ;

10) se ci si è avvalsi della collaborazione di altre istituzioni e quali .

La lunghezza massima prevista è di 15.000 caratteri (spazi inclusi) per il racconto e di 10.000 caratteri (spazi inclusi) per il report metodologico. È possibile inserire qualche immagine sia nel racconto sia nel report, a condizione di non superare in alcun modo le dodici pagine complessive, tra frontespizio, racconto, report e immagini.

Scadenze

Le scuole che intendono partecipare al concorso sono invitate a compilare la scheda allegata e a inviarla all’indirizzo [email protected] entro il 2 febbraio 2018 , in modo da consentire ai coordinatori del progetto di fornire even tuali indicazioni aggiuntive o chiarimenti.

I racconti partecipanti (completi di frontespizio e report metodologico) dovranno poi pervenire, esclusivamente in formato pdf , all’indirizzo e - mail [email protected] entro e non oltre i l 30 marzo 2018 .

Limiti alla partecipazione

Ciascuna scuola potrà partecipare al massimo con due racconti .

Giuria e premiazione

Gli elaborati saranno valutati da una giuria, nominata dal Presidente dell’ISIME, costituita dai coordinatori del progetto, da rappresentanti dell’ISIME, da rappresentanti del MIUR e da esperti di narrativa storica. I tre racconti migliori saranno pubblicati on - line nel sito web dell’ISIME, e i loro autori riceveranno una targa e un dono in libri. La pre mia zione avverrà nel corso del mese di m aggio presso la sede dell’ISIME.

Supporto alla progettazione

Nel sito web dell’ISIME, all’interno della sezione curata dalla Scuola storica nazionale di studi medioevali , sono presenti i racconti pre miati nelle precedenti edizioni e i relativi percorsi didattici.

Contatti

Per chiarimenti e indicazioni le scuole partecipanti sono invitate a scrivere ai coordinatori didattici e scientifici del concorso , all’indirizzo e - mail scuola.stor[email protected] .   

Categorie: 
rss facebook twitter google+

Categorie news