Tu sei qui

Rudi Mathematici, in linea il numero 230 della rivista dedicata alla matematica

Rudi Mathematici - Marzo prende il nome da Marte, dio della guerra; era anche il dio del raccolto primaverile, dice Wikipedia, e gli ottimisti potrebbero pensare che sia soprattutto per questa ragione che il mese che annuncia la primavera sia stato a lui attribuito. I pessimisti non perderanno occasione di ricordare che, a quei tempi, le guerre erano attività regolari e periodiche quanto e più delle scadenze dell’agricoltura, e iniziavano anch’esse appena il freddo invernale cominciava a ritirarsi in buon ordine.

In questo 2018 e in questo “bel paese là dove 'l sì suona”, marzo potrebbe quasi sembrare un mese molto matematico, se si volesse ricondurre la matematica alla sola (per quanto nobile) arte del contare. In sessantumilacinquecentonovantasette locali (per lo più aule scolastiche) milioni di persone si sono date appuntamento e consegnato schede a quasi quattrocentomila persone che hanno passato un fine settimana a contarle. Il lavorio aritmetico si è limitato, tutto sommato, a mere operazioni di addizione, ma in quantità oggettivamente mastodontica, come le regole della democrazia vogliono. I milioni di somme si sono infine coagulate in pochi valori percentuali che sono stati resi alla nazione, e sono risultati che l’aritmetica (democratica fin nel profondo della sua essenza, perlomeno riguardo all’uguaglianza dei diritti riconosciuti a tutti i numeri) non può che giudicare semplici, ma che invece le regole della convivenza politica dichiarano assai difficili da sistemare. Al punto che anche noi, che poco tempo fa (giusto ieri, a dire il vero) ci siamo ritrovati in una deliziosa biblioteca celta nel cuore di un Patrimonio dell’Unesco per presentare un libretto di matematica, non abbiamo potuto far altro che scantonare, traccheggiare, di fronte alla domanda se esista o meno un metodo matematico per aiutare il Presidente della Repubblica a uscire dall’ambascia che in questi giorni lo attanaglia. Abbiamo scantonato, traccheggiato e non risposto, e forse dipende dal fatto che non conosciamo la matematica a sufficienza per dare una risposta significativa; ma forse l’impossibilità di risposta non dipende solo da questa nostra (peraltro indiscutibile) incompetenza, quanto da altre più sottili, recondite (e poco matematiche) ragioni. Siamo confortati dal fatto che in Italia di matematici in gamba ce ne sono molti, e nessuno di loro ha scritto alle istituzioni palesando la soluzione, cosa che ci fa pensare che l’aritmetica ha fatto quel che doveva, e che quel che resta da fare trascenda il regno di Archimede e Lagrange, che pure nel citato bel paese son nati.

Quindi non ci resta che tornare alla primavera, che è soggetto decisamente più gradevole da trattare: arriverà da noi un po’ prima di quanto si è soliti attenderla, quest’anno: l’equinozio scoccherà alle quattro e un quarto del pomeriggio di martedì 20 marzo, e speriamo anche stavolta che, come diceva De André, possa entrare sicura, senza neppure bussare alla porta. 

Ma prima ancora che arrivi la più giovane delle stagioni, c’è qualche altra ricorrenza notevole da ricordare: il nostro abituale ritardo nell’uscita ci ha impedito di augurare alle lettrici di questa Prestigiosa Rivista una serena Giornata della Donna, e speriamo che ci perdonino; facciamo invece ancora in tempo a ricordare che dopodomani, mercoledì 14, ci sarà occasione di salutare il numero trascendente più famoso del mondo, perché è il giorno del Pi Greco. In contemporanea, si celebrerà anche il Carnevale della Matematica di Marzo su DropSea (http://dropseaofulaula.blogspot.it/); carnevale che si celebra certo ogni 14 di ogni mese, ma quello di marzo, in qualche modo, è un po’ speciale proprio per la coincidenza del Pi-Day.

Noi, nel nostro piccolo, celebriamo anche la vigilia del Pi-Day,  perché il fondatore della Prestigiosa ha deciso di giocare d’anticipo anche nei confronti di pi greco, e fissato il suo genetliaco un giorno prima. Come regalo di compleanno, la Redazione tutta si è sforzata di far uscire RM230 prima che lui  soffi sulle candeline.

Dentro RM230  troverete (d’accordo, non sarà una gran sorpresa…) un compleanno che corre fulmineo dall’antica Grecia al Risorgimento; la seconda puntata del PM che gioca con le funzioni ambiziose che hanno una gran voglia di crescere in fretta; la solita pletora di Soluzioni e di nuovi Problemi. Ah, in maniera abbastanza imprevista, fa una ricomparsa anche la rubrica di recensioni EuNBeT, che probabilmente ritornerà dormiente non appena si spegneranno i riflettori su questo suo imprevisto risveglio.

E comunque, “risveglio” è parola adatta al mese e alla stagione:  sappiamo che per chi abita in città è  difficile riconoscere i segni delle stagioni, ma la Primavera è maleducata come un’adolescente entusiasta: quando meno ve lo aspettate, vi piazzerà sotto gli occhi e il naso qualche segno evidente della sua presenza. Non fate i preziosi, ricambiate il saluto e sorridetele, quando lo farà.

RM230, Marzo 2018, è in linea:   

http://www.rudimathematici.com/archivio/230.pdf

http://www.rudimathematici.com/archivio/epub/230e.epub

Categorie: 
rss facebook twitter google+

Categorie news