Tu sei qui

Rudi Mathematici, in linea il numero 235 della rivista dedicata alla matematica

Rudi Mathematici - Ci sono cose inaudite. Inaudite in senso letterale: mai udite prima, del tutto nuove. Ma forse l’aggettivo non è neppure adatto alla bisogna… ci sono cose così improbabili che non sono soltanto “mai udite prima”, ma neppure viste. Neppure immaginate, perfino.

Solo che, nell’anno 2018, con alle spalle una milionata abbondante di anni in cui svariati geniali Homo sapiens hanno già calpestato questo pianeta, produrre qualcosa di inaudito, mai visto e inimmaginabile è decisamente difficile. Provateci anche voi, ad immaginare qualcosa di mai immaginato prima, se avete coraggio. Difficile, vero? L’inimmaginabile è dannatamente difficile, da immaginare.

Però, insomma, modestia a parte, mi sa che stavolta ci siamo riusciti.

Qual è il tipo di ritardo che non abbiamo mai messo in atto nell’uscita di RM, noi di RM? Ce lo siamo chiesto, e abbiamo subito scrollato le spalle. Diamine, nessuno, ci siamo detti. Abbiamo esplorato tutte le forme di ritardo possibile. Corto, medio lungo, vergognoso, eclettico, spaventevole. Davvero, tutti i possibili, ci siamo detti e ripetuti. 

E invece no. C’è un tipo di ritardo ancora mai messo in atto: un tipo di ritardo mai esplorato, vissuto, immaginato. Appunto, mai immaginato e quindi pure inimmaginabile, no?

Il ritardo NEGATIVO.

Potevamo resistere a cotanta tentazione? Certamente no. Quindi RM235 sarà pure stato assemblato di fretta, figlio resistente d’un temporale gonfio di grandine e di un’afa diffusa e persistente tra le latitudini della Svizzera settentrionale e l’Umbria meridionale, tra le longitudini eclettiche che tagliano la Provenza e la Serbia, ma – perdinci – resterà per sempre nella storia. Non per il compleanno, forse – che pure parla d’un personaggio curioso, longevo, multidisciplinare e dalla schiena drittissima; non per il PM – che pure, perdindirindina, contiene anche frasi del tipo “Lo Zen e l’arte della manutenzione del tetraedro”, cosa che ne rivela la profondità di intenzioni; non per essere un RM, insomma, ma per essere quello che ha intenzione di diventare da qui a qualche minuto.

Un numero di RM che esce in anticipo.

Inaudito. Pazzesco. Probabilmente, la fine del mondo è vicina: approfittate dell’eccezionalità dell’evento, e godetevela più che potete, gente.

http://www.rudimathematici.com/archivio/235.pdf

http://www.rudimathematici.com/archivio/epub/235e.epub

Categorie: 
rss facebook twitter google+

Categorie news